La famiglia dei Genitori alla Frutta

Una famiglia quasi Waldorf

La nostra storia

Ciao sono Noemi, penna e mamma di Una famiglia quasi Waldorf. Sono qui per raccontarti come tutto ebbe inizio!

“Non è cosa facciamo che ci distingue dagli altri, ma come lo facciamo.”

Un padre e una madre in balia di due piccole pesti

La nostra famiglia nacque come tante altre, cullata dal canto del Mar Mediterraneo, sotto un manto di stelle illuminate dalla tiepida luna estiva. 
Era trascorso appena un anno quando una piccola ribelle caparbia entrò nelle nostre vite. Ci strinse con le sue manine paffute e ci accompagnò alla scoperta della vera genitorialità. 
Notti insonni tra coliche e pianti. Una stanchezza che offuscava la mente tanto da aver paura di accasciarsi al suolo da un momento all’altro. Il tutto ricompensato da una gioia profonda e da due piccoli occhi così perfettamente rotondi.
Ma proprio quando iniziavamo a riposare la notte, convinti di aver trovato il perfetto equilibrio, ecco che un piccolo re degli Unni arrivò a sconvolgere nuovamente le nostre vite. E allora capimmo che il viaggio era appena cominciato.

Nacque in quel momento il blog di Genitori alla Frutta, con l’intento di condividere le nostre esperienze, le nostre sconfitte e le nostre vittorie, e dare conforto a quei genitori che come noi sentivano di aver sbagliato tutto.

Sono trascorsi alcuni anni da allora. Anni di ricerche e di studio, anni di confusione e infiniti sbagli, che ci hanno condotto a comprendere come mantenere l’equilibrio familiare in ogni situazione. Perché in fin dei conti è questo quel che desideriamo come genitori: insegnare ai nostri figli a godere del sole e affrontare le tempeste, mantenendo sempre intatta la gioia della vita.

Una vita in altalena

La nostra vita non è perfetta, anzi è un po’ come un giro in altalena. Ci sono stati momenti in cui siamo stati trascinati giù, fino quasi a toccare il fondo, e poi abbiamo ripreso a volare con una forza che non sapevamo di avere. 
Con il tempo abbiamo imparato a conoscere questo moto ondulatorio. Abbiamo iniziato ad assecondare l’altalena, e a giocare con lei. Sapete cosa abbiamo trovato? La vita. Quella autentica. Quella libera. Quella che ti insegna strappandoti il cuore e poi ti ricompensa per lo sforzo regalandoti momenti di pura gioia. Proprio lei.
Potevate evitare tutto questo – ci hanno detto. Ma sapete, c’è solo un modo per non far andare l’altalena: stando fermi. E fermi, noi, non ci sappiamo proprio stare!

Papà che si prepara per fare surf per Genitori alla Frutta
Bambini che corrono in un campo per Genitori alla frutta
Bambino che gioca nel fango per Genitori alla frutta
Mamma e figli su una spiaggia di ciottoli in Sardegna a Villasimius per Genitori alla Frutta
Bambina in spiaggia che cammina di spalle per Genitori alla Frutta
Famiglia che fa il bagno al mare, a Fuerteventura, per Genitori alla Frutta
Donna che fa skate sul lungomare cagliaritano per Genitori alla Frutta
Una coppia, Noe e Robbè di Genitori alla Frutta

Hai qualche domanda?

entra in contatto con noi attraverso i nostri canali social